Le regole del bagaglio a mano per i voli low cost


Tutte le compagnie aeree permettono ai passeggeri di portare in cabina un bagaglio, il cosiddetto “bagaglio a mano” purchè questo rispetti specifici requisiti di sicurezza; requisiti tra i quali, peso e dimensioni, che nel caso dei voli low cost, sono particolarmente penalizzate!

Ebbene si, perchè nella tipologia dei voli low cost, proprio il bagaglio è uno tra gli aspetti più penalizzanti e regolamentati, a dispetto dei normali voli di linea, ove sono compresi nel biglietto un bagaglio da stiva di circa 15-20 kg ed uno o più bagagli a mano, senza una particolare indicazione quanto a peso e dimensioni.

Con Ryanair in primis infatti, il bagaglio nei voli low cost è sottoposto invece a strette condizioni, con un duplice scopo: quello di contenere i costi, limitando il peso e lo spazio per lo stivaggio a favore di qualche sedile in più e di far sborsare ai passeggeri tariffe di volo maggiori di quelle proposte in offerta, tanto che non è raro avere il costo di un bagaglio, superiore al costo del biglietto di una tratta in offerta!

Va da sé quindi che la prima regola dei viaggiatori low cost è quella di non caricare troppo il “bagaglio a mano”, che tendenzialmente deve avere le dimensioni di una piccola valigia massimo di 5 kg. (7 o 10 per alcune compagnie), con quanto alle dimensioni, misure non superiori ai 115 cm, ossia 55x40x20 cm (da verificare però sul sito della compagnia aerea scelta); in virtù del bagaglio in stiva concesso dalla compagnia.

Bagaglio a mano nel quale va sottolineato, possono essere portati liquidi max per 100 ml per contenitore, dentro un sacchetto di plastica richiudibile; bevande, cosmetici e profumi che se acquistati dopo i controlli di sicurezza, possono essere peraltro portati a bordo dell’aereo nel bagaglio a mano, che sarà riposto nel vano cappelliere, o sotto il sedile di fronte al proprio.

E proprio per tutti coloro che si trovano oggi a preparare le valigie, va ricordato che in aeroporto si trovano le sagome per testare il proprio bagaglio; ma prima di riscontrare che sia troppo tardi per rimediare, ecco le regole sul bagaglio delle principali compagnie aeree low cost:

  • Airberlin: 55x40x20 cm e limite di 8 kg di peso (10 con laptop);
  • Air One: 55x35x25 cm e limite 8 kg di peso;
  • Alitalia:  55 x 35 x 25 cm e limite di 8 kg di peso;
  • Blu-Express: 55x40x20cm e massimo di 10 kg di peso;
  • Easyjet:  55x40x20cm e peso illimitato;
  • Meridiana: 55x40x20 cm e massimo di 5 kg sui voli operati da A/M ATR, mentre per gli altri massimo 8 kg di peso;
  • Ryanair: 55x40x20 cm e limite massimo di  10 kg di peso;
  • Transavia: 55x35x25cm e peso massimo di 10 kg i peso;
  • Volotea: 55x40x20 cm e limite massimo di 10 kg di peso;
  • Vueling: 55x40x20cm e di 10 kg di peso, che diventano 14 kg con tariffa Excellence;
  • Wizz Air: 42x32x25 cm dimensioni massime per il piccolo e dimensioni massime di 56x45x25 cm con supplemento, per il grande.

Si evince quindi essere particolarmente importante durante la preparazione della valigia, pesare ogni oggetto che si desidera portare in viaggio, onde valutarne effettivamente l’importanza; così come è bene valutare il tipo di bagaglio prescelto per il viaggio: trolley, valigia o sacca?

Ebbene, la scelta migliore risulta indubbiamente un leggero trolley a 4 ruote, ossia il famoso modello spinner, trascinabile senza problemi ovunque, che contiene un peso di circa 2/3 Kg, dotato – possibilmente – di tasche esterne, nelle quali riporre ad esempio i documenti di viaggio da tenere a “portata di mano” e che non sia rigido, per cui leggermente modificabile, all’occorrenza, in profondità, disponendo diversamente gli oggetti al suo interno, onde “rubare” qualche centimetro!