Prenota voli economici e a basso costo per volare risparmiando.
Il motore di ricerca ti offre le migliori offerte di voli low cost per tutte le destinazioni italiane ed estere.


New York, Buenos Aires e La Guadalupa ora sono molto più vicine: ecco la nuova tendenza del volare low cost

Dall’innovazione portata da Norwegian nel 2013 alla recente intraprendenza di tanti altri vettori “senza fronzoli”: oggi è davvero facile trovare voli transoceanici e per i paradisi tropicali a poche centinaia di euro.

Le compagnie aeree low cost ora operano voli a lungo raggio

Fino a qualche anno fa ci si affidava alle compagnie low cost solo per brevi soggiorni. Questo tipo di compagnie aeree erano il mezzo perfetto per una fuga dalla propria routine lunga il tempo di un weekend, così da non dover portarsi dietro tutto l’armadio e neanche investirvi troppo denaro. Non una vera vacanza, quasi un’avventura “mordi e fuggi”, una gita fuori porta per combinare la necessità di “staccare un po’” con le esigenze del proprio portafoglio. In seguito, questo modo di volare ha preso il sopravvento sugli altri e oggi sono le low cost a guidare il mercato e il traffico aereo, offrendo più rotte e trasportando più passeggeri delle compagnie di linea (in Europa, Ryanair e easyJet su tutte). Ultimamente però si sta registrando una nuova, inaspettata tendenza, quasi una controtendenza: i voli low cost a lungo raggio.

Probabilmente se ce l’avessero detto qualche anno fa non ci avremmo creduto. Volare dall’Europa negli States con poche centinaia di euro? Scoprire i sapori dell’America Latina senza dover pianificare mesi di risparmi? Godersi le spiagge fini e il mare cristallino dei paradisi tropicali senza avere lo stipendio di un manager? Impossible. Impossibile.

E invece, tutto questo è diventato reale e tangibile. Anzi tangibilissimo, considerando la quantità di questo tipo di offerte. A cominciare da quelle di Norwegian Air Shuttle, che permette di raggiungere New York da Roma con circa €140. Norwegian è stata anche la prima compagnia low cost a entrare nel mercato dei voli a lungo raggio, già nel 2013. L’idea di business è quella di sempre: abbassare il prezzo del biglietto e, conseguentemente, la qualità del servizio. Il vettore norvegese, che recentemente ha aggiunto due nuove rotte transatlantiche (Dublino-New York ed Edimburgo-Boston) ha quindi lanciato una nuova moda, che ora sono in molti a seguire.

Uno dei migliori esempi è offerto dalla nascita di LEVEL, la nuovissima filiale di British Airways e del resto del gruppo IAG (Iberia, Vueling e Aer Lingus), creata per operare esclusivamente voli a lungo raggio a basso costo. LEVEL, fondata nel 2017, collega due aeroporti europei, Barcellona-El Prat (il suo hub) e Parigi-Orly, con tre destinazioni negli USA, San Francisco, Boston e ovviamente New York, due in America Latina, Buenos Aires (Argentina) e Santiago (Cile), una in Canada, Montreal, e alcune delle più belle isole dei Caraibi come La Guadalupa e La Martinica.

Come si vede sul sito, i prezzi per un viaggio di sola andata variano da €132 a €212.

French Bee, Joon e LEVEL

LEVEL sembra essere la risposta di IAG all’accoppiata KLM-Air France, che giusto un anno prima ha lanciato la sua sussidiaria senza fronzoli, Joon. Oggi Joon, che mira ad offrire “esperienze di volo relax e alla moda”, connette Parigi-Charles de Gaulle con Fortaleza (Brasile), Mahè (Seychelles), Quito (Ecuador), Saint Martin (Mar dei Caraibi), Il Cairo (Egitto), Bombay (India) e Cape Town (Sud Africa).

Sempre dalla Francia, ancora da Parigi-Orly, è possibile volare verso le isole dei Caraibi senza spendere una fortuna anche grazie a French Bee, la compagnia low cost di Groupe Dubreuil. Le offerte dell’Ape Francese sono davvero da capogiro: potete raggiungere La Rèunion (L’isola della Riunione) con circa €250 e Tahiti per poco più del doppio (in alta stagione). Oppure, se sognate l’America, potete volare a San Francisco con circa €170. French Bee, inoltre, offre ai propri passeggeri la possibilità di scegliere tra tre differenti classi, “Basic”, “Smart” e “Premium”, con conseguenti differenze di prezzo.

French Bee, Joon e LEVEL rappresentano dunque le novità più eccitanti del volare senza fronzoli, ma non sono le uniche a cavalcare la tendenza dei voli a lungo raggio, anche altri vettori “più esperti” stanno aggiungendo qualche offerta da tenere assolutamente d’occhio. Prima su tutte Eurowings, che collega due città tedesche, Monaco e Düsseldorf, con la capitale del lusso e degli eccessi nel mezzo del deserto del Mojave, Las Vegas. In realtà, i voli da Düsseldorf al momento non sono ancora operativi, ma la compagnia tedesca ha dichiarato che sarà l’offerta della prossima estate (luglio) e che saranno tre le rotte settimanali.
E se invece vi trovaste in Islanda e voleste raggiungere comunque gli States? Con Wow Air avete solo l’imbarazzo della scelta: volare da Reykjavik a Boston, Detroit, New York e Washington vi costa meno di €50 (se prenotate con il giusto preavviso).

British Airways

Infine, il mercato dei voli low cost a lungo raggio presenta anche un concorrente d’eccezione: British Airways. Se infatti, come scritto all’inizio di questo articolo, British Airways e gli altri membri di IAG hanno lanciato un nuovo vettore per coprire appositamente questa fascia, la compagnia di bandiera inglese ha anche deciso di scendere in campo in prima persona. Come? Inserendo la tariffa “Basic” per alcune delle sue destinazioni a d’oltreoceano e orientali come Austin, Boston, Delhi, Denver, Dubai, Hong Kong, Oakland, Philadelphia, Punta Cana e Singapore.

Scegliendo questa tariffa potete portare con voi due bagagli a mano (una borsa e un trolley) e avete diritto anche a un pasto a bordo e al solito intrattenimento multimediale offerto dai voli BA, cuffiette comprese. In caso voleste imbarcare il vostro bagaglio, però, dovrete pagare circa €91, mentre per scegliere il vostro posto €22.

Vi abbiamo fatto venire voglia viaggiare? Controllate subito le vostre destinazioni preferite tramite il nostro motore di ricerca e prenotate la vostra vacanza!